REGOLAMENTO ATTUAZIONE DELLO STATUTO

Il funzionamento del Consorzio è retto, oltre che dalle disposizioni dell’atto costitutivo e dallo statuto, da questo regolamento – a norma dell’art. 14 dello statuto – che vincola tutti i consorziati e forma parte integrante del contratto di partecipazione al Consorzio.

Art. 1 – Partecipanti al Consorzio
Al Consorzio partecipano i soggetti di cui all’articolo 3 dello Statuto.

Art. 2 – Materiali, prodotti e operazioni oggetto dell’attività consortile
Premesso che l’oggetto del consorzio è sviluppare, promuovere e valorizzare l’utilizzo di prodotti e materiali di cui all’articolo 1 dello statuto, il consorzio opera al fine di individuare, promuovere e garantire il flusso di materiale, dal momento della sua formazione fino all’utilizzo nello stabilimento produttivo di destinazione finale;
1. Il consorzio promuove, in base all’indicazione del comitato di vigilanza e di controllo di cui all’art. 15 del DM 22/13, il monitoraggio della produzione e dell’utilizzo del CSS-Combustibile ai fini di una maggiore tutela ambientale nonché la verifica dell’applicazione di criteri di efficienza, efficacia ed economicità, secondo logiche di tracciabilità e tipizzazione, utilizzando l’esperienza dei propri soci e di società esterne esperte nella certificazione di qualità ed ambientale.
2. Il consorzio promuove la cooperazione ed il coordinamento tra gli operatori del settore per
contribuire al miglioramento del livello qualitativo e quantitativo della produzione e dell’utilizzo
del CSS-Combustibile.
3. Il consorzio intraprende le iniziative idonee a portare a conoscenza del pubblico informazioni
utili o opportune in relazione alla produzione e all’utilizzo del CSS-Combustibile, anche sulla base dei dati trasmessi dai possessori, produttori e dagli utilizzatori.
4. Il consorzio promuove e stipula accordi di programma e protocolli d’intesa con gli enti pubblici territoriali (Regione- Provincie – Comuni), atti a promuovere e divulgare la cultura sull’utilizzo della materia seconda, in particolare il CSS.
5. Il consorzio potrà partecipare alla presentazione di progetti per accedere ai contributi stanziati dall’Unione Europea ed altri enti pubblici per promuovere l’utilizzo del CSS.
6. Compiere tutte le altre attività previste dallo statuto.

Art. 3 – Modalità di partecipazione al consorzio
1. Per i consorziati appartenenti alla categoria dei Soci Effettivi e dei Soci Aderenti, la dichiarazione con la quale ogni impresa chiede di aderire, contiene le indicazioni e i dati previsti nell’allegato al presente regolamento e va presentata al Consiglio di Amministrazione, compilata in ogni sua parte e sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa dichiarante. In tale domanda dichiara di essere a conoscenza dello statuto, del regolamento, e di accettare il tutto senza riserve o condizioni. La dichiarazione può essere inoltrata anche attraverso le associazioni imprenditoriali di categoria alle quali le imprese aderiscono.
2. Per i soggetti appartenenti alla Società Civile (Associazioni di Categoria – Associazioni rappresentative della Società Civile – Enti Pubblici e/o Privati a scopo scientifico o culturale), la dichiarazione, da compilarsi secondo il modello allegato, deve contenere i settori di attività e/o competenza.

3. Le domande di adesione saranno sottoposte alla delibera del Consiglio di Amministrazione, entro 90 (novanta) giorni dalla data di ricevimento, ai sensi dell’art. 4 comma 2 dello statuto, solo se compilate in tutte le sue parti e complete di versamento delle somme dovute.
4. Al momento della presentazione della domanda di adesione al consorzio, il consorziato richiedente dovrà versare la quota di adesione e, successivamente all’accettazione da parte del consiglio di amministrazione, la quota annuale di partecipazione al consorzio.
Nel caso in cui la domanda di adesione al consorzio non venisse accettata, tutte le somme versate dal richiedente verranno restituite.

Art. 4 – Quote di adesione e di partecipazione al Consorzio
1. La quota di adesione è stabilita in una somma di importo pari a 1.000 euro, ferma restando la possibilità, per l’aderente, di versare un importo superiore fino ad un massimo di 5.000 euro.
2. La quota annuale 2013 di partecipazione al consorzio per i soggetti appartenenti alla categoria dei Soci Effettivi é pari a 4.000 euro.
La quota annuale di partecipazione per i Soci Aderenti è per il 2013 pari a 800 euro.
3. La quota di partecipazione per i Soci Effettivi ed Aderenti per gli anni successivi al 2013 è determinata dall’assemblea, su proposta del consiglio di amministrazione, sulla base dei programmi di attività e di spesa deliberati dall’assemblea consortile.

Art. 5 – Recesso e esclusione dei soci
1. In caso di recesso o esclusione dei soci, la quota da questi versata non verrà restituita, ma acquisita a titolo definitivo dal Consorzio.
2. In caso di trasferimento dell’azienda o delle quote della società consorziata, le somme versate nel fondo consortile andranno in favore del nuovo soggetto giuridico, salvo eventuali conguagli da versare.

Art. 6 – Gestione dell’Assemblea
1. L’Assemblea sia ordinaria che straordinaria è presieduta dal Presidente del Consiglio di Amministrazione e, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente ovvero dal consigliere più anziano dei presenti.
2. Il Presidente ha pieni poteri per la direzione e la gestione dell’Assemblea e, in particolare, per l’accertamento della regolarità delle deleghe ed in genere del diritto degli intervenuti a partecipare all’Assemblea, per constatare se questa sia regolarmente costituita ed in numero valido per deliberare, per dirigere e regolare la discussione; a tal fine all’inizio dell’assemblea il Presidente comunica le modalità di svolgimento dell’Assemblea stessa.
3. L’Assemblea su proposta del Presidente, nomina di un Segretario, anche tra i non soci. La funzione di segretario potrà essere svolta da un notaio ogni qualvolta il Presidente lo reputi opportuno.

Art. 7 – Funzionamento dell’Assemblea
1. Sono ammessi al voto solo i consorziati appartenenti alle categorie dei Soci Fondatori e dei Soci
Effettivi ; fermo restando che, per quest’ultima categoria, l’ammissione al voto è subordinata
all’iscrizione nel libro di consorziati al momento della convocazione dell’Assemblea ed al regolare
pagamento dei contributi consortili (quota di adesione e quota di partecipazione annuale).
2. Gli appartenenti alla categoria dei Soci Effettivi hanno diritto ad un numero di voti proporzionale alla
somma versata all’atto di adesione al Consorzio a partire dall’importo minimo previsto di 1.000 euro
1 voto – e proporzionalmente per i multipli di tale importo sino a 5.000 euro – 5 voti.
I Soci Fondatori hanno diritto a 5 voti.

3. Il consorziato può farsi rappresentare con delega scritta contenente espressa indicazione della persona
delegata o Associazione o altro Ente, da conservarsi da parte del Consorzio.
4. Le deleghe possono essere inviate anche a mezzo fax e mediante posta elettronica.

Art. 8 – Modalità dell’elezione del Consiglio di Amministrazione
1. Entro la scadenza del mandato, il Presidente del Consiglio di Amministrazione provvede alla convocazione dell’Assemblea per l’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione con un preavviso di almeno tre mesi. Il numero dei membri del consiglio di amministrazione di cui all’articolo 10 dello statuto è determinato dall’assemblea su proposta del consiglio stesso.
2. Per la nomina dei membri relativi alle categorie dei Soci Fondatori e dei Soci Effettivi si procede mediante presentazione di candidature.
3. Le candidature dovranno essere depositate e messe a disposizione dei consorziati presso la sede del Consorzio, almeno 30 (trenta) giorni prima della data fissata per l’Assemblea. Unitamente a ciascuna candidatura deve essere depositata la dichiarazione con la quale il candidato attesta, sotto la propria responsabilità, l’inesistenza di cause di ineleggibilità e di incompatibilità.
4. All’interno di ciascuna categoria risulteranno eletti i candidati che avranno ottenuto il maggior numero di voti validi.
5. In caso di parità di voti la carica verrà conferita al candidato più anziano.
6. Al fine di preservare le ragioni fondanti del consorzio, la designazione di almeno un consigliere dovrà essere riservata ai soci fondatori.
7. La prima convocazione del nuovo Consiglio di Amministrazione è effettuata dal consigliere più anziano di età.
8. La carica di Presidente del consiglio di amministrazione è conferita su indicazione dei Soci Fondatori a norma dell’art. 11, 1 comma dello Statuto.

Art. 9 – Osservanza delle norme consortili
1. Il Consiglio di Amministrazione vigila sull’osservanza delle norme di legge e statutarie da parte di tutti i consorziati; in particolare il Consiglio di Amministrazione accerta eventuali infrazioni risultanti dalle violazioni di obblighi scaturenti dalla partecipazione al Consorzio e dalle deliberazioni degli organi consortili.
2. In caso di mancato versamento delle somme dovute a qualsiasi titolo, il Consorzio provvede alla riscossione nelle forme di legge.
3. In caso di mancato o ritardato versamento delle somme dovute a qualsiasi titolo al Consorzio, il consorziato è in ogni caso ed automaticamente tenuto a versare gli interessi di mora, calcolati al tasso ufficiale di cui al D.lgs 231/2002, diminuito di 3 punti percentuali, e comunque non inferiore al 5% su base annua.

Art. 10 – Infrazioni e sanzioni
1. Il Consiglio di Amministrazione accerta le infrazioni risultanti dalle violazioni di obblighi
scaturenti dalla partecipazione al Consorzio.
2. In caso di mancato pagamento delle somme dovute a qualsiasi titolo, derivanti dalla partecipazione al Consorzio, il Consiglio di Amministrazione applica ai consorziati resisi responsabili la seguente sanzione:

Entro il termine di trenta giorni dalla ricezione di apposita richiesta scritta verrà applicata una
sanzione pari agli interessi di mora.
Art. 11 – Controversie
Per tutte le controversie derivanti dal contratto di Consorzio, o eventuale arbitrato è competente il foro di Milano.

Art. 12 – Libri sociali obbligatori
1. Oltre alle scritture e ai libri contabili obbligatori per legge, il Consorzio deve tenere:
a) il libro dei consorziati, sul quale devono essere indicati la ragione o denominazione sociale del consorziato, la data di ammissione al Consorzio, la categoria di appartenenza;
b) il libro delle adunanze e delle deliberazioni dell’Assemblea, in cui devono essere trascritti anche i verbali redatti per atto pubblico; c) il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione; I libri indicati alle lettere a),b),c) sono tenuti a cura degli amministratori.
2. I libri suddetti prima che siano messi in uso devono essere numerati progressivamente in ogni pagina a norma dell’art. 2215 C.C.
3. I consorziati hanno diritto di esaminare i libri indicati alle lettere a) e b) del comma 1.

Art. 13 – Utilizzo del logo
Il logo “ECOCARBON” è a disposizione di tutti i consorziati, che siano in regola con il pagamento delle somme dovute, per svolgere le ordinarie attività del Consorzio.
L’uso del logo, nel caso di collaborazioni, iniziative scientifiche e culturali o per attività di promozione con qualsiasi mezzo (carta, web, radio/tv ecc….) deve essere sottoposto a preventiva approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione.
Per garantire coerenza e riconoscibilità, assicurando identità distintiva, il Consorzio ha elaborato una versione unica ed ufficiale del logo.
Art. 14 – Validità
Il presente regolamento entra in vigore dal momento dell’approvazione assembleare prevista da statuto e potrà essere modificato soltanto con deliberazione dell’Assemblea dei consorziati.

Cologno Monzese, 13 Maggio 2013

Be the first to comment.

Leave a Reply


You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

     

*